Posts contrassegnato dai tag ‘Intercultura’

«LE SOCIETÀ DELLE CITTÀ: LA RISPOSTA DEI SISTEMI DI WELFARE DOPO LA PANDEMIA» è il titolo del convegno (in presenza e online) organizzato dal Comune di Milano in collaborazione con Metodi nella mattinata di lunedì 19 luglio a Palazzo Reale. Amministratori locali, studiosi, ricercatori, cooperatori si confrontano sulle prospettive del welfare locale. È possibile partecipare in modalità webinar iscrivendosi su: https://bit.ly/3qP4BXO Il link per connettersi sarà inviato a iscrizione avvenuta. L’incontro apre un percorso di riflessione condivisa finalizzata alla elaborazione del Piano di Zona di Milano.

PROGRAMMA

  • ore 10.00: Saluti istituzionali del Sindaco di Milano, Giuseppe Sala
  • ore 10.10: Saluti della portavoce del Forum del Terzo Settore Città di Milano, Rossella Sacco

1° SESSIONE: POLITICHE PUBBLICHE E BENESSERE SOCIALE

  • ore 10.20: USCIRE INSIEME: VERSO UN NUOVO WELFARE TERRITORIALE (Gabriele Rabaiotti, Assessore politiche sociali e abitative del Comune di Milano)
  • ore 10.30: PIÙ VOCI: LA RICERCA DELLA TRASVERSALITÀ NEL WELFARE (Cristina Tajani, Assessora a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane; Laura Galimberti, Assessora all’Educazione e Istruzione; Roberta Guaineri, Assessora a Turismo, Sport e Qualità della vita; Andrea Minetto, assessorato alla cultura)
  • ore 11.00: LA CITTÀ INCLUSIVA (Donatella Chiodo, Assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli)
  • ore 11.20: LA CENTRALITÀ DEL TERRITORIO (Marta Bonafoni, Consigliera della Regione Lazio)

2° SESSIONE: COPROGETTARE IL WELFARE LOCALE

  • ore 11.50: LE CITTÀ EUROPEE OLTRE LA CRISI: UNA PANORAMICA (Tommaso Vitale, Direttore scientifico del master “Governing the Large Metropolis” c/o Ecole Urbaine de Sciences Po, Parigi)
  • ore 12.10: COSTRUIRE BENE COMUNE: IL RAPPORTO TRA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ED ENTI DEL TERZO SETTORE (Angelo Stanghellini, Direttore generale ASP Città di Bologna)
  • ore 12.30: UNA NUOVA STAGIONE ANCHE PER IL TERZO SETTORE (Valeria Negrini, portavoce Forum Terzo Settore della Lombardia)
  • ore 12.50: IL BALLO CON LE QUATTRO SIGNORE: UN SOCIAL PLANNER DENTRO LE POLITICHE DI QUARTIERE (Giovanni Laino, Professore Ordinario di Pianificazione Territoriale nel Dipartimento di Architettura dell’Università di Napoli Federico II)
  • ore 13.10: IL TERZO SETTORE COME ATTORE DI SVILUPPO DI COMUNITÀ (Riccardo De Facci, Presidente del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza)
  • ore 13.30: LE “PAROLE CHIAVE” PER IL WELFARE POST-PANDEMICO a cura di Davide Boniforti e Marco Brunod, Metodi

COLLABORARE cover 2018

Dal 18 gennaio è disponibile nelle librerie una nuova edizione del volume Collaborare: metodi partecipativi per il sociale, edito da Carocci (Roma). Il testo, ampliato e aggiornato, si propone come uno strumento per pensare e agire in un welfare plurale, capace di valorizzare le competenze, formali e informali, presenti in una comunità. Vai alla SCHEDA LIBRO                                                                                Promuovere coesione sociale, salute e qualità di vita attraverso l’azione congiunta di istituzioni, terzo settore, imprese e cittadini attivi è una prospettiva indicata da molte leggi e una vasta letteratura scientifica. Dalle politiche sociali alla prevenzione, dai programmi d’integrazione alla rigenerazione urbana, è sempre più evidente l’importanza di fiducia e cooperazione nel determinare benessere e sviluppo. Gli approcci partecipativi sono oggi chiamati a rimodularsi sui tratti di società locali profondamente mutate sul piano demografico (invecchiamento, migrazione), occupazionale (flessibilità, precarietà), relazionale (forme del legame) e culturale (valori, stili di vita, tecnologie). La collaborazione rappresenta il processo cardine dei nostri tempi. Di seguito l’indice completo del volume

Introduzione
1. Operare in un welfare in trasformazione 

Genesi e crisi di una grande conquista sociale/Crisi e complessità come parole chiave del contemporaneo/L’apoteosi dell’individuo consumatore/Le molte concezioni del benessere
2. Trasformazioni sociali e azione pubblica 
Una società in piena mutazione demografica e culturale/Pervasività della tecnica/Apatia politica e nuove forme dell’azione pubblica
3. Alle radici della collaborazione
La dialettica egoismo-altruismo: un dibattito ricorrente/Gli esseri umani come collaboratori nati?/Il processo collaborativo/Collaborazione e conflitto: un intreccio imprescindibile
4. Politiche pubbliche e coprogettazione 
Una molteplicità di attori/La collaborazione come requisito di una governance efficace
5. La partecipazione oltre la mitologia 
Un processo multiforme a intensità variabile/Creare condizioni favorevoli alla partecipazione/Esiste una domanda di partecipazione?/Creare un ambiente favorevole all’impegno sociale
6. Partecipare nell’epoca dei social media 
La comunicazione nel tempo dei social network/New media e pratiche collaborative
7. Politiche sociali e di cittadinanza attiva 
Includere generazioni e culture/Nuove generazioni e politiche giovanili/Un’inedita similitudine: anzianità e immigrazione
8. Promozione della salute e politiche territoriali 
Qualificare gli ambienti di vita/Le politiche territoriali
9. Conoscere contesti, attivare soggetti 
La metafora ecologica dell’intervento sociale/La ricerca-azione partecipata/L’osservazione partecipante/L’ascolto attivo/L’outreach/Photovoice e autonarratività/Il focus group
10. Costruire reti sociali, coordinare azioni locali 
Tessere reti collaborative/Coordinare gli sforzi su obiettivi comuni
11. Trasformare conflitti, sostenere percorsi di autopromozione 
Energia per il cambiamento/Accompagnare indirettamente
Bibliografia

Formazione Interculturale

Pubblicato: settembre 13, 2009 in Educazione, Formazione, Intercultura
Tag:

master-formazione-interculturale-cattolicaSono aperte le iscrizioni alla nuova edizione del Master in Formazione interculturale. Competenze per l’integrazione e l’inclusione sociale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (anno accademico 2010/2011). Il Master ha lo scopo di fornire competenze teorico-pratiche nel campo della formazione interculturale e delle relazioni etniche. Nell’ambito del corso si intende formare professionisti capaci di progettare interventi educativi a carattere interculturale nella scuola, in ambito sociale, nel campo dell’educazione allo sviluppo e della cooperazione internazionale. La competenza acquisita nel corso fornirà gli strumenti per operare sia a livello del confronto interculturale, sia delle problematiche dell’inserimento ed integrazione sociale, nonché dell’intervento formativo con minori e adulti. Il programma completo è scaricabile dal sito http://milano.unicatt.it/masters_6109.html

 

Rom 1Incontro di studio promosso da Metodi in collaborazione con la Cooperativa sociale Kaleidoscopio di Trento a Milano il 22 maggio 2009 alle ore 18.00. Nel seminario verrà presentato un modello d’intervento socio-educativo ispirato alla metodologia di Paulo Freire a partire dal caso concreto del campo Sinti di Trento. Interventi di O.Filosi, S.Petrolini, E. Poli (Kaleidoscopio), M.Civico (consigliere della Provincia Autonoma di Trento), P.Reggio (Università Cattolica di Milano e IPF Italia). Coordina E.Ripamonti (IPF Italia-Metodi).

immigrazione-e-famigliaE’ il titolo del Workshop inserito nel Convegno Internazionale Famiglie in Migrazione organizzato dal Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia dell’Università Cattolica di Milano per il 13 febbraio 2009. Il Workshop è coordinato da Cristina Giuliani e vede interventi di Matteo Fornari, Anna Granata, Ennio Ripamonti, Adriano Zamperini e Vincenzo Romania.

 immigrazione1E’ il titolo dell’incontro organizzato dall’Università Cattolica di Milano giovedi 18 dicembre alle 14.30 in occasione della discussione delle tesi finali della V° edizione del Master universitario in Formazione Culturale. Inteventi di don Virginio Colmegna, Claudia Mazzuccato, milena Santerini e Maurizio Tucci.

Il lavoro con i migranti

Pubblicato: novembre 17, 2008 in Intercultura
Tag:

klee-13Dal 24 ottobre al 29 novembre 2008 si svolge a Verona il Corso di Formazione Ri-Tratti” Strumenti e pratiche del lavoro interculturale con i migranti: dall’ascolto all’empowerment, dalla lettura dei bisogni all’utilizzo delle reti. Il corso è organizzato dalla Cooperativa Sociale Energie Sociali con i docenti di Metodi (Milano), E.Ripamonti e M.Valzania